Scopri l'eredità intellettuale di Antonio Raffaele Renda nel convegno di Taurianova. Un evento imperdibile per gli appassionati di cultura.

Il Comune di Taurianova ospita un evento imperdibile il prossimo sabato 29 giugno: il convegno scientifico “Antonio Raffaele Renda. Tra sindacalismo rivoluzionario, psicopedagogia e criticismo”. Questo convegno, che si terrà nella Sala del Polo Sociale in via Francesco Sofia Alessio, è parte delle celebrazioni per Taurianova Capitale Italiana del Libro 2024.

La figura di Antonio Raffaele Renda

Antonio Raffaele Renda, filosofo taurianovese, ha lasciato un’impronta indelebile nella filosofia italiana. La sua carriera accademica è stata brillante: docente universitario a Napoli e rettore a Palermo, Renda ha saputo coniugare politica, meridionalismo, psicologia e filosofia kantiana. La sua evoluzione intellettuale lo ha portato a sviluppare un sistema filosofico riconoscibile ancora oggi.

Un programma di studi intenso

La giornata di studi vedrà la partecipazione di illustri studiosi come i filosofi Piero Di Giovanni e Paolo De Lucia e gli storici Rocco Lentini e Nuccia Guerrisi. Questi esperti si confronteranno sulla figura di Renda, esplorandone il contributo alle scienze umanistiche in Italia. Il convegno è organizzato dall’Istituto “Ugo Arcuri” per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea, e rappresenta un’opportunità unica per approfondire il pensiero e l’eredità intellettuale di Renda.

Grazie al sostegno del Ministero della Cultura, l’Istituto “Arcuri” ha riordinato il lascito librario di Antonio Renda, ora parte integrante della biblioteca comunale di Taurianova. Questo patrimonio librario, arricchito da volumi preziosi e rari, è stato catalogato dagli esperti dell’Istituto. Durante il convegno, verranno presentate alcune novità significative, tra cui il ritrovamento di oltre venti lettere di Renda indirizzate a Giovanni Gentile.

Un ritrovamento di grande valore

Queste lettere, datate tra il 1910 e il 1930, offrono una visione dettagliata del rapporto tra Renda e Gentile in un periodo cruciale della storia italiana. La scoperta di queste lettere è stata fatta da Rocco Lentini, storico e componente della Commissione didattica dell’Istituto nazionale “Ferruccio Parri”. Lentini ha dichiarato che queste lettere rappresentano un ritrovamento significativo per la comunità scientifica, aumentando il valore della ricerca futura.

Un evento di grande rilievo

Maria Fedele, assessore di Taurianova e direttore artistico di TCL, ha sottolineato l’importanza di questa giornata di studi. L’evento vuole accendere i riflettori su uno dei pionieri nello sviluppo della psicologia e della sociologia in Italia, discipline accademiche a cui Renda ha dato un contributo fondamentale. La recente scoperta delle lettere tra Renda e Gentile rappresenta una novità assoluta per la comunità scientifica, offrendo nuovi spunti per l’approfondimento del pensiero filosofico italiano.

Il convegno su Antonio Raffaele Renda rappresenta un’occasione unica per esplorare il contributo di un grande pensatore alla filosofia italiana. Grazie agli sforzi dell’Istituto “Arcuri” e al supporto del Ministero della Cultura, il lascito intellettuale di Renda continuerà a essere una fonte preziosa di conoscenza e ispirazione. Non perdete l’opportunità di partecipare a questa giornata di studi e di scoprire di più su una figura centrale della nostra storia intellettuale.

Fonte dell’articolo https://www.ansa.it.

locandina_29_giugno_Tavola disegno 1
locandina 29 giugno