Home Generi Non c’è niente a Simbari Crichi

Non c’è niente a Simbari Crichi

199
0

Non c’è niente a Simbari Crichi: il punto di vista dell’autrice Sonia Serazzi

La trama

Simbari Crichi è un paese immaginario, di sogni scassati e di treni che non passano più. Metafora del Sud come luogo altro, è uno spazio abitato da giovani che non sanno partire, da folli che provano il volo e da spiriti che parlano in dialetto. Suscitati da nomi surreali, i personaggi vanno in cerchio lungo invisibili e angusti confini da cui fuggono per allargare lo sguardo sul mare, solo orizzonte possibile. A Simbari Crichi la verità prude come una ferita e agita le viscere arrossate fino a farsi storia da raccontare. Una rincorsa verso un Sud beffardo che si guarda ristagnare. Il volume, giunto alla seconda edizione, è presentato in una veste grafica completamente rinnovata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi il tuo commento.
Please enter your name here